Nymphomaniac: tante curiosità dietro le quinte dell’opera di Lars Von Trier

Nymphomaniac è l’ambiziosa opera divisa in due parti di Lars Von Trier, un regista che nel corso degli anni ha sempre fatto parlare di se.

Questi due film, disponibili su MioCinema all’interno della rassegna Qualcosa di Caldo, combinano contenuti sessuali espliciti e divagazioni intellettuali attraverso la storia della protagonista principale di nome Joe, interpretata da Charlotte Gainsbourg.

La giovane donna è ossessionata dal sesso e si spaventa quando i sentimenti prendono il sopravvento. Lei vuole solo godere del piacere di un rapporto fisico con l’altro, ma la vita a tratti non sembra d’accordo con lei.

Il primo film si concentra in particolare sull’infanzia di Joe, analizzando i tratti del suo carattere e delle sue relazioni con l’altro sesso, per capire come è nata e si è sviluppata la sua natura ninfomane tra i vari stadi della crescita. Viene forgiata dalle sue esperienze e matura nel corso del film.

L’amore è sesso con l’aggiunta della gelosia” è la scusa di Joe per stare lontano dall’amore e semplicemente godersi il sesso, che – attraverso l’uso della CGI che ha messo le teste degli attori sui corpi di alcune pornostar – è davvero esplicito.

Nymphomaniac è l’ultimo capitolo della Trilogia della Depressione dopo Antichrist del 2009 e Melancholia del 2011. 

Nel cast anche Shia LaBeouf, Christian Slater, Uma Thurman, Sophie Kennedy Clark, Connie Nielsen e Udo Kier.

A LaBeouf è stato richiesto persino di mandare foto dei suoi genitali per il provino e l’attore ha allegato anche alcuni sex tapes che aveva girato con la sua ragazza per convincere Von Trier a prendere lui per il film. Il suo ruolo dapprima era stato offerto a Liam Hemsworth che ha rifiutato.